Via Francigena: viaggio nella storia e nella fede d’Europa

Da Canterbury a Roma, sognando la Terra Santa

La Via Francigena è uno dei percorsi culturali e spirituali più importanti del mondo…

Storicamente, la Via Francigena, non è da considerarsi solo un’unica strada ma bensì una serie di direttrici che collegavano l’Europa del Nord con Roma o con la Terra Santa; tali percorsi potevano subire variazioni nel tempo a causa di motivi politici o climatici. Potremmo paragonarla ad “un’autostrada” odierna, usata lungo il corso dei secoli da nobili, cavalieri, commercianti e pellegrini.

Una delle fonti storiche più importanti che si hanno su tale itinerario è quella lasciata da Sigerico, un arcivescovo di Canterbury che nel 990 d.C. si recò a Roma per ricevere il pallium (l’investitura papale). Il religioso, nel suo viaggio di ritorno, annotò in un diario tutte le 79 tappe del suo lungo viaggio permettendoci, a distanza di mille anni, di capire quali furono i luoghi simbolo attraversati da milioni di persone nel corso della storia.

Dal 1994, la Via Francigena, ha ottenuto la certificazione come “Itinerario culturale del Consiglio d’Europa“.

Oggi, il percorso ufficiale, ispirato a quello narrato da Sigerico, unisce Canterbury con Roma: circa 1800 km, suddivisi in 80 tappe. Un viaggio emozionante tra spiritualità e cultura, attraversando ben 4 nazioni: Inghilterra, Francia, Svizzera e Italia.

Il cammino, nel territorio italiano, inizia nello splendido scenario alpino del Gran San Bernardo per poi scendere e toccare importanti centri della Pianura Padana come Vercelli, Pavia e Piacenza. Dopo il Passo della Cisa (nell’Appennino), il viaggio tocca la poesia della Toscana, fatta di borghi e paesaggi fiabeschi. Infine si attraversa il Lazio, un territorio ricco di sorprese che ci conduce alla metà del viaggio: Roma.

Grazie alla “Francigena del Sud” è possibile, con altre 45 giorni di cammino, raggiungere Santa Maria di Leuca; il centro pugliese è stato il luogo simbolo dove migliaia di pellegrini e crociati si sono imbarcati per raggiungere la Terra Santa.

Per chi volesse mettersi in cammino è fondamentale acquistare la guida ufficiale (o scaricare le tracce gps) e munirsi della credenziale, quest’ultimo è il “passaporto del pellegrino” che permette di ricevere sconti lungo le strutture di ospitalità e, attraverso i timbri posti lungo le varie tappe, permette di ricevere il Testimonium (l’attestato di avvenuto pellegrinaggio una volta giunti a Roma – occorre fare almeno gli ultimi 100 km).

Ognuno è libero di scegliere e programmare la sua esperienza sulla Via Francigena in base alle proprie esigenze. C’è chi parte dall’Inghilterra e chi da Viterbo. Chi cammina per mesi e chi per pochi giorni. Chi dorme in tenda, negli ostelli o chi negli hotel. Chi lo fa’ a piedi o chi in bici. La cosa più importante tanto resta sempre il viaggio dentro ognuno di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close